Marche

Marche

Quando?

Nel 2016 la cannabis (light) è diventata legale nel nostro Paese, così come la coltivazione di cannabis sativa ad uso industriale e con limitato contenuto di THC nei fiori (0,6%). Fiori che vengono utilizzati per ottenere la fibra di canapa e occasionalmente anche prodotti alimentari o sigarette (la cosiddetta "cannabis legale"). Per approfondire dai un'occhiata alla pagina di Wikipedia sulla legalità della cannabis.


Come?

Solitamente suddetti prodotti contengono grandi quantità di cannabidiolo (CBD) come principio attivo, sostanza legale in quanto non psicoattiva ma solo con effetti sedativi.

cannabis legale


Perché?

Ecco alcuni dei più importanti benefici del cannabidiolo (CBD):
- calmante;
- antidolorifico;
- analgesico;
- antispasmodico;
- sonnifero;
- ansiolitico.


Cannabis Light Store promuove una sana cultura cannabica

È proprio vero che non è importante come se ne parli ma piuttosto che se ne parli! Lo stesso vale per la cannabis: ci sarà sempre chi ne parla male, chi fornisce informazioni parzialmente vere, chi ha il pregiudizio e la visione limitata.

Solo adesso capiamo l'importanza che ha avuto il fenomeno della cannabis legale a livello sociale: grazie ai titolari di hemp e grow shop si sta diffondendo la cultura cannabica e non solo quella legata alla cannabis light.

In Italia ci voleva questo... il gossip.

Negli Stati Uniti hanno legalizzato l'uso ricreativo della cannabis dopo aver messo a disposizione dei cittadini una legge chiara, garantendo la terapia cannabica a tutti. Dopodiché l'opinione pubblica si è conformata verso una totale legalizzazione e i legislatori hanno fatto il loro dovere: ascoltare i membri della società civile.

In Spagna non hanno aspettato che altri cambiassero la legge (come stiamo facendo noi italiani) ma hanno colto la palla al balzo grazie ad una legge che permetteva ai singoli cittadini di associarsi liberamente in luoghi prescelti che venivano considerati, di fatto, luoghi privati.

Convincere tutti che la cannabis sia una medicina miracolosa non serve, tanto ci sarà sempre chi la pensa diversamente pur non sapendo nulla... lasciamoli parlare. Quel che serve al nostro Paese è una cultura sulla cannabis, ed una volta acquisita si possono davvero cambiare le carte in regola.

Quel che dobbiamo fare è unire cuori e cervelli per lavorare su soluzioni tangibili, anziché stare fermi semplicemente a criticare il sistema. Gli ostacoli saranno tanti perché c'è davvero tanta gente a cui piace mettere i bastoni fra le ruote, ma noi di Cannabis Light Store siamo convinti che con le dovute attenzioni anche in Italia potremo fare qualcosa di bello.

Un giorno non troppo lontano la cannabis sarà tolta dalla tabella delle sostanze stupefacenti. Abbiamo fiducia in questo futuro, ormai prossimo.

Toglieteci tutto ma non l'erba! :-)