• Prezzo scontato
  • Nuovo

Canapa. Una storia incredibile. Matteo Gracis Libro

16,00 € Risparmia 20%
20,00 €
Spedizione espressa

«La canapa può essere una rivoluzione globale»

Il direttore di Dolce Vita, la famosa rivista italiana sulla cultura della Canapa, racconta la sua storia di crescita personale e professionale legata alla pianta che attrae interesse da tutto il mondo, oggi bandita dalle forze dell'ordine. 

Due storie che si intrecciano, perché mentre il ragazzo cresce e cresce la sua consapevolezza, insieme si sviluppa anche la curiosità sul perché di quei divieti, sul motivo per cui quella pianta è bandita dall'agricoltura, dall'industria, dalla farmacopea; luoghi in cui aveva dimorato per secoli. 

Quantità
Disponibile

Il libro

'Canapa. Una storia incredibile' è uscito per Chinaski edizioni il 20 aprile 2019, in un momento di grande confusione in Italia per quanto riguarda la Cannabis Light e il suo destino. 

La data di uscita non è stata scelta una data a caso in quanto il 20 aprile è la festa internazionale della Cannabis, nata da una leggenda californiana degli anni ’70 (il famoso 4/20). 

L'autore del libro, Matteo Gracis, già direttore della più importante rivista italiana dedicata alla canapa, ci porta in un viaggio alla scoperta della storia di questa pianta miracolosa tanto amata e tanto odiata allo stesso tempo, a partire dai primi utilizzi in campo medico in Cina quasi tremila anni prima di Cristo, alla diffusione in Europa nel Medioevo come fibra per fare carta, tessuti e cordame, fino agli studi scientifici più recenti che ne sperimentano con successo gli effetti curativi in un numero sempre maggiore di patologie.

Dolce Vita non è solo un film di Fellini

L'autore di ‘Canapa. Una storia incredibile’, si è ispirato al film di Fellini per dare il nome alla sua rivista di stampa alternativa dedicata alla Canapa e in generale alla controcultura, con lo scopo di approfondire temi che solitamente le testate nazionali ‘forti’ non trattano. 

E non è un caso che Matteo Gracis abbia chiamato questa rivista ‘Dolce Vita’, in quanto, proprio come ha fatto Fellini nel 1960 con il suo film che ha cambiato la cinematografia mondiale, vuole provocare la sensibilità delle persone mettendo in primo piano alcune verità che per alcuni possono risultare scomode. 

Fellini è stato il primo regista a mostrare senza censure i vizi di un mondo notturno fatto di celebrità dello spettacolo, nobili e arricchiti, e furono i cattolici quelli più scandalizzati dalle immagini del film. 

Oggi una delle tematiche più scottanti a livello sociale e politico è proprio quella della Canapa, malvista dai proibizionisti che la vedono come una minaccia per grande multinazionali farmaceutiche e non solo.

La rivista

Dolce Vita nasce nell'estate del 2004 da un'idea di Matteo Gracis, giornalista e editore indipendente. La prima rivista esce nel giugno del 2005 in 20.000 copie e in distribuzione gratuita, in collaborazione con Stampa Alternativa. 

Da quel momento esce tutti i mesi, proponendo contenuti di approfondimento sulla cultura della canapa l'antiproibizionismo e stili di vita alternativi. 

Nella pagina del sito dedicata alla presentazione della rivista viene ribadito il fatto che la rivista non vuole istigare all'uso di nessuna sostanza stupefacente. 

Al contrario il loro scopo è quello di parlare con serietà e indagare in stile giornalistico tutto ciò che riguarda la canapa e il suo utilizzo, andando contro le notizie superficiali propinate dai principali mezzi di informazione influenzati dall'attuale politica ‘contro’ la Cannabis Light.

10586

Scheda tecnica

Tipo
Copertina Flessibile

Potrebbe anche interessarti

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Canapa. Una storia incredibile. Matteo Gracis Libro

«La canapa può essere una rivoluzione globale»

Il direttore di Dolce Vita, la famosa rivista italiana sulla cultura della Canapa, racconta la sua storia di crescita personale e professionale legata alla pianta che attrae interesse da tutto il mondo, oggi bandita dalle forze dell'ordine. 

Due storie che si intrecciano, perché mentre il ragazzo cresce e cresce la sua consapevolezza, insieme si sviluppa anche la curiosità sul perché di quei divieti, sul motivo per cui quella pianta è bandita dall'agricoltura, dall'industria, dalla farmacopea; luoghi in cui aveva dimorato per secoli. 

Scrivi la tua opinione

5 prodotti correlati